Categorie
Consulente SEO

La mia storia: dal puro HTML a consulente SEO

The SEO Handbook, del 2014, una rivista molto utile per il SEO.
The SEO Handbook”, una rivista molto interessante per la SEO, acquistata all’aeroporto di Dublino nel 2014.

Quando ho iniziato a lavorare nel web, nel 1995 circa, non esistevano programmi visuali che permettevano di costruire un sito in poco tempo, o CMS, ma solo il blocco note e tanto, tanto codice scritto carattere su carattere. Le pagine web venivano testate dal browser Netscape Navigator.

Ricordo ancora la prima pagina web in un periodo in cui i TAG erano limitati al massimo dell’essenzialità. Lo sfondo era grigio, un unico font, i link tutti di colore azzurro.

Cercare di prendere, di comprendere il concetto di un qualcosa che ancora non si conosceva non è stato semplice, posso dire che però la Rete mi ha affascinata da subito. Ho passato ore e nottate per studiare il codice finché finalmente non ho visto materializzarsi la prima pagina in HTML…

Da allora ho assistito allo sviluppo del web, delle piattaforme, di siti sempre più articolati e numerosi. Ricordate il suono del modem 56k? Il tipico rumore che altro non era che uno strumento di diagnostica che precedeva il collegamento.
Ricordo come se fosse ieri quando è nato Google, una pagina pulita dal logo colorato, una piattaforma di ricerca così semplice e intuitiva; prima esisteva Altervista ed altri portali pieni di news ed articoli.

Quando è uscito YOUTUBE…visibilio!…ricordo le prime riviste con un unico argomento: il web. Chi si ricorda INTERNET NEWS? Un mensile ricco di novità, sparito dalla circolazione.
Dal codice HTML sono passata al codice ASP per siti dinamici con aree amministrative dove ci si poteva iscrivere, modificare i propri dati, vendere. Dai siti al SEO, dal SEO al WEB MARKETING…e poi l’allora Google AdWords (oggi Google Ads), i social, le chat, i forum potrei scrivere un libro su tutto quello che ho incontrato e in forma embrionale.

La SEO è diventata la mia passione da quando ho capito che un sito si può “reimpastare” per farlo vedere nei primi posti dei motori di ricerca, e ne ho fatto la mia professione: consulente SEO.
Indubbiamente da quando avevo iniziato la libera professione, e si parla del 2002, molte cose sono cambiate partendo dagli algoritmi dei motori di ricerca all’approccio degli utenti, più pratici e abituati. Lungo tutti questi anni sono cambiate le modalità di ricerca; i motori sono diventati più “intelligenti”, semantici…riescono a capire anche i modi di dire, le frasi idiomatiche; non si parla più di chiave di ricerca ma stringa di ricerca, ormai inseriamo una frase e non, come al tempo, una o al massimo due parole. Non ti puoi mai fermare, c’è sempre qualcosa da imparare o aggiornare.

La SEO fa parte della disciplina del WEB MARKETING. Fare web marketing significa conoscere sia la parte tecnica del web che la comunicazione. Di tutte le specializzazioni che esistono quella che più mi ha affascinato, e resa una professione, è quella legata al turismo. Far conoscere una struttura ricettiva, il suo territorio e grazie al web lo trovo molto interessante e coinvolgente. Naturalmente esistono molti strumenti per la promozione, ma credo che lo strumento principe sia il sito web, e un’attività SEO collegata non solo nel codice e i testi, io la estendo anche alle fotografie ed immagini.

La SEO è una tecnica che prevede tempo e impegno (anche economico) ma è quella che può dare risultati anche nel lungo termine.

Il web, lato tecnico, è un mondo che cambia continuamente, non ti puoi mai sedere tranquillo, non puoi essere sicuro di nulla e forse la sfida interessante è proprio questa.